Autoclassiche nel 2016?

HP

 

 

Finalmente, dopo tanto tempo, rieccoci ad aggiornare questo blog. Oltre ad una meritata vacanza estiva, (ormai ricordo sbiadito insieme alla tintarella), ci siamo soffermati a riflettere su come utilizzare questo piccolo spazio creato con tanta fatica e pazienza da circa un paio d’anni.

Era un classico pomeriggio milanese. La nebbia, l’umidità ed il grigiore entravano nelle ossa accompagnandosi con quel vago senso di noia che l’inverno padano sempre porta con sé. Ma negli anni il vero milanese impara a combattere la pigrizia e le sue conseguenze: da qualche settimana ci eravamo armati di buon umore, macchina fotografica e soprattutto buone scarpe. Sul finire del mese di Novembre, infatti, una ghiotta possibilità ci si è presentata; si trattava dell’esposizione “Autoclassica” a Rho-Fiera, poco lontano da Milano.

Motociclette, automobili, motoscafi e automobilia, (modellini, riviste, pezzi di ricambio… insomma, tutto l’occorrente per gli appassionati), facevano bella mostra di sé. Le auto erano tirate a lucido e le linee morbide o squadrate, ma sempre originali, hanno attirato magneticamente la nostra attenzione. I colori rilucenti – su tutti il Rosso Corsa Italia – sembravano essere dotati di vita propria, tanto erano lucidati e affascinanti. Gli ottoni luccicanti delle cromature brillavano come pepite d’oro al sole  e non si poteva non rimanerne ammaliati. Una gita a portata di mano che ha appagato le nostre aspettative.

Ma vi chiederete, perché riprendere a scrivere raccontando di una gita ad un salone dell’auto classica? E’ vero, siamo nel 2016 e potrebbe sembrare un hobby anacronistico e poco interessante.

 

Ed è anche vero che in Italia – ma all’estero non è così – l’età media dei collezionisti ed espositori è piuttosto alta. Ma per chi come noi è un semplice appassionato e non un collezionista è come ritrovare dei vecchi amici fedeli che si conoscono da una vita. E’ come se tornare testimoni di qualcosa di storico ed importante ci donasse sempre un po’ di allegria e vitalità. Partecipare alla mostra più importante d’Italia su questo argomento, vedere i magnifici veicoli esposti ci fa pensare a quanto sia grande l’ingegno umano. La modernità di certe soluzioni tecniche e stilistiche, usate in epoche ormai lontane, colpisce sempre l’immaginazione facendoci tornare per un attimo i bambini che eravamo. Ricordandoci lo stupore ammirato che provavamo all’epoca quando vedevamo le carrozzerie affusolate sfrecciare ed i potenti motori rombare in strada.

Ci si potrebbe chiedere che significato abbia collezionare auto vetuste ormai in disuso. Ma si potrebbe argomentare anche che è forse un tentativo di testimonianza storica, uno sforzo per non dimenticare il passato che fu in un mondo che spesso guarda solo avanti e che ci vede altrettanto spesso spettatori distanti. In un mondo in cui l’unico impegno rimasto è quello di consumare il più nuovo gadget tecnologico è bene ricordare il detto latino ‘historia magistra vitae’.

Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in Di tutto e di più | Lascia un commento

Liberazione – parte IV

 Liberazione  – Liberazione!

(segue)

 

 Appena arrivati spesero buona parte dei risparmi rimasti in una gran quantità di vino sardo ed in una ancora più grande quantità di Porceddu. Inebriati dal cannonau, dal meraviglioso sapore del Porceddu e dall’atmosfera della festa iniziarono a discutere animatamente su come impegnare il resto della serata.  Anche a distanza di giorni riesco a cogliere l’euforia e l’eccitazione che deve aver caratterizzato quella serata. E fu Marco , inizialmente così restio a partecipare , il più intraprendente del trio. Fu infatti proprio lui a lanciarsi, nel vero senso del termine, verso tre giovani ragazze che come loro avevano deciso di passare la serata all’aperto. Ma questo suo tentativo venne goffamente interrotto da Gianni. Appena vide l’amico approcciarsi sguaiatamente a una delle tre giovani isolane, in un impeto di euforia e mosso dall’invidia si sedette proprio di fianco all’amico. Stordito dalla grande quantità di vino, franò sul tavolo mandando tutti gambe all’aria e concludendo lo spavaldo tentativo amoroso di Marco con una figuraccia che ancora oggi raccontano. 

Continua a leggere

Pubblicato in Il Filo del Pensiero | Lascia un commento

Liberazione – parte III

Liberazione – in nave

(segue)

 

Appena misero piede a terra , l’unico desiderio era stato quello di buttarsi in mare così da ottenere un momentaneo refrigerio da quella terribile scottatura.  Prima però avrebbero dovuto montare la tende sgarrupate che avevano portato con loro, e questo ovviamente comportò  qualche . Dopo averla sistemata in qualche modo,  andarono finalmente a dormire. Esausti, sognarono per tutta la notte di bagnarsi nelle cristalline acque del mare sardo, trovando finalmente sollievo e alleviando quel terribile bruciore che anche in sogno li accompagnava. 

Si svegliarono quando il sole era già alto in cielo e , alzandosi, tutti e tre pensarono che la loro tenda era più simile ad un forno che a un fresco rifugio. 

Dopo pochi minuti si ritrovarono in acqua. Finalmente al fresco e stupiti dall’incredibile paesaggio che li circondava. Passarono così i primi giorni della vacanza, occupati essenzialmente dal pensiero di esplorare il territorio circostante , di rara è meravigliosa bellezza. In quei giorni esplorarono sia le meravigliose spiagge dall’acqua azzurra e la sabbia bianca e fine che l’arido e selvaggio entroterra sardo. Qui si imbatterono in greggi di pecore e capre che pascolavano sulle alture alla ricerca di zone in cui brucare qualcosa. Esplorano i fondali e , finalmente, il rosso Roberto riuscì con la sua fiocina a catturare il su primo pesce. Non che fosse grande, ma almeno per quella sera ebbero da mangiare gratis. 

Ancora oggi, quando ripenso alla descrizione che i miei tre amici mi fecero di quei primi giorni di vacanza, riesco a percepire distintamente quella strana sensazione di noia e irrequietezza che iniziava a coinvolgerli. Si erano infatti ben presto abituati ad un paesaggio che ricordava loro l’Eden , ma che al tempo stesso li faceva sentire quasi  costretti in una monotonia fissa e giornaliera. Marco, che per tanti anni aveva sognato di vivere così come la nonna gli aveva raccontato, sembrava il più contento di questa situazione. Questo particolare stato d’animo non gli faceva cogliere la noia profonda che aveva colto i cuori dei compari di viaggio.

 

Rimase quindi meravigliato quando Roberto e Gianni gli dissero più o meno con queste parole : ” Marco, tutta questa monotonia… Ci ha stufato! Stasera diciamo noi il da farsi!”.

Il povero Marco a quelle parole, presagendo grandi sventure, iniziò in tutti i modi a cercare di convivere gli amici a cambiare idea. Nulli furono i tentativi di boicottare l’iniziativa. Gli amici, stanchi forse di quel suo perenne fantasticare, risposero con dei perentori “no” ad ogni sua proposta. Quella stessa sera lo trascinarono alla “Sagra del Porceddu” nel vicino paese, determinati a recuperare i giorni di tranquillità trascorsi in una sola notte.  Pensavano ad una notte di bagordi, da trascorrere fra i più sfrenati eccessi e magari in compagnia di qualche bella ragazza indigena.

(continua)

Pubblicato in Il Filo del Pensiero | Lascia un commento

Liberazione – parte II

Liberazione – in partenza

 (segue)

Eravamo tutti seduti nel salotto di Marco, intenti a pianificare il viaggio. Il clima era rilassato e festoso , e nessuno pensava che fosse necessario procurarsi biglietti di treno e traghetto o verificare l’effettivo tenuta delle tende che avevano pensato di utilizzare.  Nonostante ciò, nessuno era particolarmente preoccupato , anzi il problema principale era riempire le nostre pance affamate. A dir la verità Marco aveva provato più volte a convincere gli amici ad ascoltarlo e a sbrigare quelle semplici commissioni. Il risultato però era stato che Roberto e Gianni avevano realizzato di avere una gran fame  e la soluzione divenne rivolgersi alla dispensa di casa di Marco. Eccitati e non curanti dei richiami dell’amico , i due decisero di usare pressoché tutti gli ingredienti disponibili. Spinti dal l’entusiasmo della partenza e senza alcuna conoscenza in materia di cucina , una confezione da mezzo chilo di spaghetti venne messa a bollire in acqua rigorosamente non salata per loro due soltanto. 

Continua a leggere

Pubblicato in Di tutto e di più | Lascia un commento

“Liberazione” – parte I

“Liberazione” – incipit.

 

“Evviva, si parte!” Se chiudo gli occhi ancora mi sembra di poter scorgere i miei più tre cari amici dell’epoca, entusiasti ed eccitati per quella decisione. A ripensarci , quasi sorrido davanti alla nostra ingenuità e all’esagerato entusiasmo che accompagnò quella scelta. Si trattava , infatti , di una vacanza relativamente tranquilla. Ma per chi partecipava e chi era stato testimone dell’organizzazione era qualcosa qualcosa di molto, molto più grande. Una sorta di liberazione  , che doveva sancire un nuovo inizio proprio a termine degli studi.

L’ idea di organizzare una vacanza on the road era venuta a Marco.  La nonna di Marco si chiamava Gavina e sembrava molto più giovane dell’età che aveva. Questa anziana signora sarda che anche ferragosto indossava il suo vestito nero abbinato a un foulard dello stesso colore che secondo tutti noi non si levava dal capo neanche quando si faceva la doccia , in molte occasioni aveva raccontato al nipote delle meraviglie e del mistero che avvolgeva la Barbagia . Molte volte Marco ci aveva raccontato fantasticando di cartelli stradali bucherellati e di quel paesaggio che richiamava alla mente l’eden ,in cui il mare cristallino e caraibico abbracciava un entroterra roccioso e selvaggio. 

Continua a leggere

Pubblicato in Di tutto e di più | Lascia un commento

“Liberazione” : il nostro primo racconto.

Mentre vi immaginiamo felicemente rilassati nelle vostre vacanze, iniziamo oggi a raccontarvi qualcosa su  una lettura estiva frutto del lavoro svolto quest’anno dal nostro blog e dai suoi numerosi autori.

Siamo sempre stati un po’ vaghi e misteriosi su chi siamo e sulla nostra storia, ma se ci seguite avrete capito che queste pagine sono frutto di un continuo e settimanale lavoro di gruppo . Da molti anni ci incontriamo in quello che per molti versi è stato un classico “gruppo lettura” , in cui abbiamo condiviso letture, esperienze e pensieri su di noi. Alcuni anni fa abbiamo scelto come nome “Il filo del Pensiero” ed abbiamo ampliato il nostro lavoro ed i nostri percorsi arrivando  alla pubblicazione di questo blog ed iniziando a pensare di poter diventare noi stessi autori di piccoli racconti. Quest’anno , anche grazie alla possibilità offertaci dal Bookstore Solidale, abbiamo finalmente concluso il nostro primo piccolo racconto.

Dopo un approfondito lavoro di ricerca e di confronto , arriviamo infatti arrivati alla pubblicazione su questo blog di una storia intitolata “Liberazione“. Una piccola narrazione goliardica e ironica, che pubblicheremo in 4 brevi capitoli  nelle prossime settimane .Racconto di fantasia  che trae tuttavia ispirazione da un’esperienza reale di siamo stati  testimoni molti anni fa. Un racconto che nelle nostre speranze possa farvi sorridere ed emoziarvi , che possa essere una simpatica lettura estiva con la capacità di  divertire ma anche di incuriosire su i suoi autori e sulla loro storia.

Da domani , per due volte alla settimana  (il mercoledì ed il venerdì) potrete leggerci nel primo racconto del “Filo del Pensiero”. Buona lettura!

Pubblicato in Bookstore Solidale, Il Filo del Pensiero | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Anche quest’anno… tutti pazzi per una notte!

Ci abbiamo ormai preso gusto! Anche quest’anno , infatti, e per il quinto anno consecutivo saremo impegnati in quella che è nel corso del tempo diventata una grande e meravigliosa festa.

Organizzata per la prima volta 5 anni fa, senza alcuna pretesa e con tanta modestia , siamo arrivati ormai alla quinta edizione dell’evento “Tutti pazzi per una notte”. Un momento conviviale e ricreativo, il cui scopo è sì divertirsi ma anche conoscere ed esplorare una realtà viva del nostro territorio . Anche quest’anno saremo presenti nell’organizzazione di questo momento di conoscenza , che per celebrare il suo anniversario vedrà partecipare tutti coloro che fin dall’inizio ci hanno supportato. Dalla Misibilli Club Band ai Ciapa No’ , anche quest’anno uno speciale ringraziamento va al Consiglio di Zona 4 – che patrocina l’evento –  e all’associazione EtNos , vero e proprio motore di questa giornata.

Vi aspettiamo il … 22 Luglio!

Per altre informazioni seguiteci su Facebook ( La Distilleria del Sapere ) e twitter @ddsapere

 

Pubblicato in Di tutto e di più, tutti pazzi per una notte | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Una mostra.. da non perdere!

FullSizeRender.jpg

 

 

L’intestazione del nostro blog , che potete osservare quando venite a visitarci,  è frutto della creatività e del talento di una nostra cara amica che da anni coltiva con interesse e passione il suo amore per la pittura.

Vi parliamo di questo argomento perché da oggi fino al primo maggio si tiene una personale esposizione delle opere di Elena Cella , presso l’abbazia di Chiaravalle a Milano. Con ingresso gratuito e orario 10 – 18 , sono  esposte circa  30 opere di varie dimensioni e realizzate con diverse tecniche pittore. Nella splendida cornice della “Cappella delle Donne” , fra gli affreschi del XV sec che impreziosiscono l’abbazia , Elena espone alcuni dipinti che spaziano fra richiami all’impressionismo e a tecniche tipiche dell’astrattismo. Le opere nascono da situazioni emotive e da un personale richiamo alla propria interiorità qui rappresentata nella sua parte più luminosa e positiva. Un lavoro sulla luce che  ben rappresenta alcuni stati d’animo e ben definisce il suo ricco mondo emotivo. Una amica e pittrice ricca di talento e di passione che aggiunge al suo già ricco curriculum una personale che merita di essere visitata e che sicuramente farà discutere. Elena presenzierà alla mostra illustrando le opere già esposte e inoltre dipingendo sul momento.

Pubblicato in Di tutto e di più, Passeggiate fra l'arte | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Fra crisi della cultura e nuove tecnologie.

92774_oculustouch

Sfogliando il Corriere della Sera ci siamo imbattuti in due articoli diversi , ma che ci hanno portato a riflettere su un possibile filo conduttore.  Ci ha colpito infatti che da un lato la storica libreria “Puccini” di Milano sarà costretta alla chiusura mentre dall’altro propri in questi giorni è stata lanciata sul mercato una nuova innovazione tecnologica , per ora assai costosa.

 

Si tratta degli  “Oculus Rift ” , nuovi visori per la realtà virtuale da salotto , che consentiranno di essere totalmente immersi in una nuova esperienza virtuale. Grazie a questo nuovo strumento  , che ci fa pensare che il futuro sia già arrivato , potremmo infatti partecipare ad esperienze che ci porteranno in una realtà aumentata e coinvolgente sotto tutti i punti di vista.  Se da un lato sarebbe sbagliato una demonizzazione a priori  di questo nuovo strumento ci chiediamo però se la modalità di fruizione di videogiochi, film e più in generale cultura  non possa essere di fatto svaluta o quantomeno in radicale contrasto  con quella che è stata la tradizionale modalità di partecipazione ed accesso ad essa.  Continua a leggere

Pubblicato in Di tutto e di più | Contrassegnato , , , | 1 commento

Bookcrossing: ci siamo anche noi!

 

 Chi siamo? Da anni il nostro gruppo è composto da molte persone ( Corrado, Gabriele, Annamaria…) amanti della lettura , che vogliono condividere e trasmettere questa passione a tutti dcoloro che sono interessati. Dopo un lungo e appassionato lavoro, ci rivolgiamo anche al Bookcrossing per scambiare opinioni con altri lettori appassionati.
Dal mese di aprile cureremo un piccolo spazio del ‘Bookstore Solidale ‘ di via Boccherini a Milano, proponendo lettere e spunti che ci hanno appassionato e fatto riflettere. Chiediamo a chi verrà a conoscere le nostre proposte di rispondere a sua volta con uno spunto da condividere e una volta terminata la lettura di continuare a far vivere il nostro libro attraverso i circuiti del bookcrossing.
E se volete saperne di più… Contattateci sul nostro blog !

Nota: vietato trattenere libri, trattiamoli con rispetto.. 

Pubblicato in Bookstore Solidale, Il Filo del Pensiero | Lascia un commento